lunedì 23 gennaio 2012

Costa Concordia...E la Rai ruba la mia foto


Se noi poveri comuni mortali ci permettiamo a fin di bene di rubare una foto da un sito per poi pubblicarla su un blog, un portale, social network o altro, se ci beccano come minimo veniamo invasi da email e minacce, di ogni tipo, ma se grandi portali, grandi aziende, giornali rubano le nostre foto senza citarne la fonte, noi almeno inizialmente dobbiamo subire.
 Se c'è voglia, possiamo farci sentire inviando email, lettere, ma una volta inviato il materiale, quasi sempre è come parlare con il muro, non ci degnano di una risposta.
 Nel titolo di questo post, è citata la grande azienda RAI, che ieri, durante la trasmissione "L'Arena"condotta da Massimo Giletti, vedo apparire vicino ai grandi titoloni dell'argomento in discussione una mia foto. Parlavano del naufragio della Costa Concordia e come si usa spesso, vicino al titolone fisso in studio, inseriscono anche una foto, in questo caso, una mia foto, pubblicata qualche anno fa su Flickr....

Ovviamente, prima di andare avanti, ho confrontato le foto e in questo caso il lavoro è stato molto facile. La foto è stata scattata di notte, la nave in navigazione con molte luci accese e proprio da quì che è partito il confronto, tra le luci accese e quelle spente...tutto combacia...cara RAI, tu rubi.




15 commenti:

  1. Chiedi il giusto compenso per la tua fotografia, se è stata pubblicata con indicazioni di © ben precise !

    Ingrandita l'uguaglianza si nota alla perfezione
    F.

    RispondiElimina
  2. In tutti i casi solo chi lavora bene viene copiato no?
    quindi congratulazioni comunque

    RispondiElimina
  3. Io scriverei alla Rai e chiederei un compenso. Non si sà mai. Nel caso potresti chiedere di citare il tuo nome nella prossima trasmissione. Comunque onore a te! : ) Non hanno fatto neanche fatto lo sforzo di cambiare le luci con un veloce foto ritocco lo potevano fare. Furto senza destrezza! : ))

    RispondiElimina
  4. Immagino la tua espressione quando hai visto la foto! e sei corso a fare il confronto! : )

    RispondiElimina
  5. io una mail alla redazione del programma la manderei eccome!

    RispondiElimina
  6. oddio,c'è da esserne orgogliosi,io pero' diventerei una bestia feroce!!!!!!

    RispondiElimina
  7. Secondo me puoi benissimo mandare una mail!

    PS. Tempo di premi e di catene... ti ho assegnato il Versatile Blogger Award sul mio blog! :)

    RispondiElimina
  8. ma...ma...ma che gente!scrivi,scrivi e riscrivi!perchè ok,un minimo di orgoglio nel vederla in tv credo ci sia,ma senza neanche uno straccio di mail di richiesta di autorizzazione è assurdo!

    RispondiElimina
  9. Sicuramente però puoi essere orgoglioso, anche se un po' di nervi vengono e, come dice Cristina, una richiesta di compenso o almeno di citazione io la farei!

    Ciao e complimenti per il successo ;)
    Federico

    PS: per limitare (anche se in minima parte) questi "furti" consiglio di inserire un Watermark sulle immagini!

    RispondiElimina
  10. roba da matti. Io al posto tuo sarei arrabbiata, altro che lusinghe e citazioni (a meno che non sia la tua professione, allora ne avresti un rientro d'immagine); dovresti far valere i tuoi diritti e chiedere un risarcimento perché non è la prima volta che grandi testate giornalistiche si "avvalgono" dei liberi contributi del web senza pagare un centesimo....questi sono furbetti...

    RispondiElimina
  11. a me sta succedendo con il sito www.ilmattino.it, da l'anno scorso..quando un mio video sulla circumvesuviana divenne spunto per un loro articolo..da allora qualcuno ha messo tra i suoi preferiti il mio canale youtube, perché non appena carico un video "interessante" il sito ci fa un articolo sopra. è vero mi cita...però l'articolo è come se lo avessi scritto io..in teoria meriterei un compenso ;) si fai una bella lettera di protesta alla rai! ;)

    RispondiElimina
  12. Io scriverei alla Rai.Cmq vuol dire che la tua foto meritava.
    Salutami la tua bella Napoli.

    RispondiElimina
  13. Beh, forse è il caso di "bussare" alla Rai e dire qualcosa... ti spetta!
    Buona giornata. Laura.

    RispondiElimina